Cos’è la maculopatia?

La maculopatia o degenerazione maculare è una malattia che coinvolge la “macula“, ossia la parte centrale della retina del nostro occhio.

È caratterizzata da una perdita progressiva della visione centrale, spesso bilaterale, che limita fortemente la funzione visiva da parte del paziente colpito. Secondo un’indagine scientifica condotta dall’istituto Lorien Consulting la degenerazione maculare è considerata l’anticamera della cecità, sebbene la visione laterale sia solitamente conservata fino agli stadi terminali della maculopatia retinica.

Nel mondo occidentale la forma più diffusa di maculopatia è quella di tipo senile o degenerazione maculare legata all’età, che colpisce 25-30 milioni di persone. Tuttavia esistono altre forme di maculopatia:

  • maculopatia miopica,
  • maculopatia diabetica,
  • maculopatia essudativa dopo trombosi venose della retina

Quali sono le cause e i sintomi della Maculopatia?

Dall’indagine condotta dall’istituto Lorien Consulting  in collaborazione con il Centro Ambrosiano Oftalmico (CAMO) è emerso che a soffrire di questa patologia è oltre il 5,3% della popolazione over50, per un totale stimato di 1.400.000 sofferenti in Italia, in prevalenza donne: il 69% vs 54% del totale.

Tra le cause principali della degenerazione maculare è emersa una correlazione con altre patologie o abitudini di vita scorrette. Ad esser più colpite sono le persone affette da diabete, quelle che hanno subito o devono subire interventi di cataratta o  soffrono di ipertensione, così come i fumatori. Nonostante sia una malattia largamente diffusa, non è ancora molto conosciuta.

La maculopatia non dà dolore. Anzi, inizialmente il problema visivo non viene immediatamente percepito, perché l’occhio buono permette comunque di vedere bene.

Tra i primi sintomi che di solito si manifestano compaiono:

  • una distorsione delle immagini (metamorfopsie): gli oggetti appaiono deformati e/o rimpiccioliti
  • la comparsa di una macchia nera, di “non visione” centrale, se viene interessata la parte centrale della macula: osservando per esempio un viso, si vedono le orecchie ma non le espressioni, gli occhi e la bocca; oppure si vede la sagoma dell’orologio ma non l’ora indicata

La comparsa di questi sintomi può essere un campanello d’allarme e deve condurre ad una visita presso l’oculista al più presto che eseguendo un test specifico,  il Test di Amsler potrà monitorare la visione del paziente.

Test di Amsler per la diagnosi

Si tratta di un test molto semplice che consente di individuare il più precocemente possibile la metamorfopsia - la deformazione, ondulazione, distorsione di tutto ciò che è dritto (righe, stipiti delle porte, gradini etc.) –  il sintomo più tipico e precoce della maculopatia degenerativa o degenerazione maculare.

In linea di massima è consigliabile che si sottopongano al test di Amsler tutte le persone over50, i miopi elevati, le persone che abbiano avuto già un occhio colpito dalla malattia e pazienti diabetici.

Attachment

Lascia un commento

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

facebook

Orari al pubblico

  • Lunedì7.30 - 19.30
  • Martedì7.30 - 19.30
  • Mercoledì7.30 - 19.30
  • Giovedì7.30 - 19.30
  • Venerdì7.30 - 19.30
  • Sabato7.30 - 19.30
  • Domenica7.30 - 19.30