Nonostante negli ultimi anni sono state fatte numerose campagne che hanno promosso e spiegato l’importanza del pap test, secondo gli ultimi dati solo il 50% delle donne fertili si sottopongono alle visite ginecologiche di routine, una percentuale ancora troppo bassa che dimostra il poco interesse e la scarsa prevenzione che viene effettuata in Italia.

Cos’è il pap test

Il pap test è un esame ginecologico di routine che si esegue rapidamente e non provoca nessun dolore al paziente,

in quanto consiste nel prelievo di cellule presenti sul collo dell’utero.
Per fare il pap test il medico utilizza un apposito tampone ed il materiale raccolto viene spedito in laboratorio, dove verrà analizzato per evidenziare l’eventuale presenza dell’HPV ( papilloma virus), che è il responsabile principale del cancro al collo dell’utero, uno dei tumori più comuni che colpiscono le donne. Non solo, attraverso un pap test si possono evidenziare anche eventuali infezioni ed infiammazioni che possono verificarsi a livello genitale, quindi si tratta di un esame semplice, ma allo stesso tempo importante.

Quando si deve fare il pap test

Il pap test è un esame che deve essere fatto da tutte le donne che sono sessualmente attive, soprattutto se si ha un’età compresa tra i 25 ed i 65 anni.
Il test va eseguito almeno una volta ogni tre anni, mentre in gravidanza l’esame va fatto se nei due anni precedenti la donna non si è sottoposta al pap test.

Come prepararsi al pap test

Per poter avere dei risultati attendibili, nei giorni che precedono l’esame è raccomandabile astenersi dai rapporti sessuali, evitare di utilizzare lavande vaginali e non fare uso di ovuli, gel, deodoranti e qualsiasi altro prodotto di questo genere, inoltre il pap test non si deve eseguire durante i giorni di flusso mestruale oppure in quelli subito prima o dopo questo periodo.

Dove si può fare il pap test

Generalmente il pap test viene eseguito dal proprio ginecologo di fiducia, ma anche negli ospedali, poliambulatori e nei consultori familiare è possibile fare questo esame.

Conclusioni

Chiamato anche test di Papanicolaou, dal cognome del medico che ha ideato questo esame, il pap test è uno degli esami ginecologici che posso aiutare a prevenire e scoprire eventuali tumori al collo dell’utero, infezioni e infiammazioni.
L’introduzione di questo esame di screening ha ridotto notevolmente la mortalità per tumori della cervice uterina e di conseguenza è fondamentale sottoporsi a questo esame dai 25 anni in poi. Non solo, questo esame citologico è raccomandato anche dopo aver superato i 65 anni di età, anche se non si è più sessualmente attive ed è consigliato anche alle donne che hanno effettuato la vaccinazione contro l’infezione da HPV, in quanto il vaccino assicura una protezione solo contro i ceppi più diffusi ed oncogeni.

Come anticipato, il pap test non è doloroso, viene fatto in pochi minuti e non comporta nessun disaggio, quindi ci si può presentare dal medico in piena autonomia in quanto non è necessaria nessun tipo di assistenza.

Attachment

  • pap test

Lascia un commento

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

facebook

Orari al pubblico

  • Lunedì7.30 - 19.30
  • Martedì7.30 - 19.30
  • Mercoledì7.30 - 19.30
  • Giovedì7.30 - 19.30
  • Venerdì7.30 - 19.30
  • Sabato7.30 - 19.30
  • Domenica7.30 - 19.30