LITOTRISSIA EXTRACORPOREA ESWL

Gentile Signore/a,
Probabilmente ha ancora molti dubbi e per questo motivo le informazioni riportate hanno l’obiettivo di spiegarle che cos’è la litotrissia.

COS’È LA LITOTRISSIA?

La litotrissia extracorporea ad onde d’urto (ESWL) è un modo per trattare i calcoli renali non invasivo, cioè non viene fatta un’incisione. Durante la procedura, una macchina speciale chiamata litotritore manda onde d’urto innocue attraverso la pelle e i muscoli della schiena e si concentra direttamente sul calcolo renale. Il calcolo poi si rompe in piccoli pezzi, a causa della forza delle onde d’urto ripetute, ed esce naturalmente dal corpo attraverso l’urina.

QUANDO SI FA?

Quando i calcoli sono più piccoli di 2 cm, quando si trovano nel rene e nell’uretere.

QUALI SONO I VANTAGGI?

Viene eseguita in ambulatorio. Si va a casa poco dopo il trattamento e non è necessario passare la notte in clinica;

• Non viene fatta nessuna incisione. Per questo motivo la litotrissia riduce molto le possibili complicanze di un intervento chirurgico classico, il disagio per il paziente, i tempi di recupero e non rimangono cicatrici;

• Non richiede anestesia (solo in rari casi è necessaria l’anestesia);

• È sicuro anche per bambini e anziani;

• In caso di recidive il trattamento può essere ripetuto.

 

QUALI ESAMI DEVO FARE PRIMA?

Prima del trattamento vengono eseguiti gli esami del sangue e delle urine (compresa uro coltura), l’elettrocardiogramma, un’ecografia dei reni e una radiografia dell’addome. In caso di necessità si procede con esami più approfonditi come l’urotac e l’urografia.

 

QUALE PREPARAZIONE VIENE RICHIESTA PRIMA DEL TRATTAMENTO?

• Poiché il gas intestinale e le feci rendono difficile l’individuazione dei calcoli è necessario, nelle 48 ore precedenti il trattamento, seguire una dieta priva di scorie e assumere il lassativo, come indicato nel promemoria che vi viene consegnato.

• Nei giorni precedenti non assumere nessun farmaco (salvo diversa prescrizione), in particolare gli anticoagulanti e l’aspirina.

 

COME DEVO PRESENTARMI IL GIORNO DEL TRATTAMENTO?

Essere a digiuno almeno da 8 ore (sia cibo che acqua);

• Astenersi dal fumare per almeno 6 ore prima del ricovero;

• Presentarsi senza trucco, smalto e gioielli vari;

• Portare con sé un paio di ciabatte ed un pigiama (per le donne non è consigliata la camicia da notte);

• Segnalare la presenza di protesi dentarie e /o di lenti a contatto;

• Avere con sé tutta la documentazione clinica.

 

QUANTO DURA?

Il trattamento dura circa 30 minuti.

 

SENTIRÒ DOLORE?

Generalmente non si sente alcun dolore; in caso contrario vengono somministrati degli antidolorifici in rapporto alla rilevazione del dolore (scala NRS)

 

COSA DEVO ASPETTARMI DOPO IL TRATTAMENTO?

È comune che nelle 24-48 ore successive al trattamento ci sia del sangue nelle urine. Inoltre se, mentre urina, sente dolore e vede dei piccoli pezzetti di calcolo, non si preoccupi: vuol dire che sta eliminando il calcolo. Se riesce a raccogliere questi frammenti, può essere utile analizzarli per vedere di quale materiale sono fatti.

 

CHE COSA FARE:

• Se nelle 72 ore successive al trattamento permane il sangue nelle urine, è meglio contattare il medico.

• In caso di colica renale, nausea con o senza vomito o febbre assumere l’antidolorifico e, se il dolore rimane, rivolgersi al medico.

• In caso di febbre alta, anche senza colica, rivolgersi al medico.

 

VENGONO SEMPRE ESPLULSI I CALCOLI?

Nella maggioranza dei casi i calcoli vengono espulsi per via urinaria, dopo il primo trattamento. Tuttavia, in alcuni casi, è necessario un secondo trattamento.

 

E’ IMPORTANTE SAPERE CHE:

Il trattamento mediante onde d’urto, così come tutti gli altri interventi, può avere delle complicanze: in casi estremamente rari le onde d’urto possono provocare lesioni ai reni, agli organi vicini e trombosi.

 

COME PRENOTARE:

Per prenotare chiamare al Dott. Porrozzi Carlo 328 5776521

Dott. ssa Carla Micheli 338 749231

4 commenti

    • Giuliana Porrozzi

      É PASSIBILE trattare anche calcoli alla cistifellea?

      reply
      • Giuliana Porrozzi

        È possibile trattare anche calcoli alla cistifellea?

        reply
        • giuseppe

          no, mi dispice
          Ad oggi con questa tecnica non è possibile

          reply
      • giuseppe

        No, mi dispiace ad oggi con questa tecnica non è possibile

        reply

Lascia un commento

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

facebook

Orari al pubblico

  • Lunedì7.30 - 19.30
  • Martedì7.30 - 19.30
  • Mercoledì7.30 - 19.30
  • Giovedì7.30 - 19.30
  • Venerdì7.30 - 19.30
  • Sabato7.30 - 19.30
  • Domenica7.30 - 19.30