La Fibromialgia è stata considerata per anni una malattia immaginaria e soltanto in tempi recenti è stata riconosciuta come una vera e propria patologia invisibile.

Oggi ne stiamo sentendo parlare poiché questo disturbo ha costretto la popstar Lady Gaga a rimandare la sua tournée europea e la notizia ha fatto il giro del mondo.
Ma che cos’è questa malattia che nessuno conosce? 

La Fibromialgia è una sindrome muscolo-scheletrica che causa dolore ed affaticamento.
Solo negli ultimi 10-15 anni si è potuto approfondire la conoscenza di questa malattia, che in Italia interessa circa 1.5-2 milioni di persone, sopratutto di sesso femminile.

È stata definita una malattia fantasma perché in passato si è perfino dubitato che esistesse davvero e i disturbi da cui è caratterizzata vengono spesso ricondotti a un precario equilibrio di tipo psicologico. Ancora oggi capita spesso che non venga riconosciuta subito e che venga scambiata per altre condizioni con sintomi simili.

 

SINTOMI

I sintomi principali che accusa chi ne è affetto, sono dolori cronici generalizzati in tutto il corpo. Persino un abbraccio, una stretta di mano, un piccolo urto bastano a provocare sofferenze acutissime. Tra gli altri sintomi più spesso riportati anche una forte stanchezza e una costellazione di altri disturbi apparentemente non collegati tra di loro, dall’insonnia a problemi intestinali e difficoltà di concentrazione.

In passato, alle pazienti con questo disturbo veniva spesso diagnosticata la depressione, oggi prevale la convinzione di considerarla una patologia vera e propria, e nel 2010 la Fibromialgia è stata ufficialmente classificata come malattia nell’International Classification of Diseases dell’Organizzazione mondiale della Sanità.

 

DIAGNOSI DIFFICILE

Per riconoscere e diagnosticare questa malattia non esistono test clinici , poiché non sono state individuate alterazioni riscontrabili con esami strumentali o di laboratorio. La diagnosi si basa esclusivamente sui sintomi, sullo studio della localizzazione dei dolori e sull’esclusione di malattie che presentano alcune analogie, come la polimialgia reumatica, per esempio, l’artrite reumatoide o l’ipotiroidismo.

 

CAUSE DIFFICILI DA STABILIRE

Non si conoscono ancora le cause che fanno insorgere la Fibromialgia. Si ritiene che ci sia una componente genetica, perché spesso ricorre in una stessa famiglia. Ad accomunare chi ne soffre spesso c’è anche un trauma fisico, un incidente, oppure un’infezione. I malati riportano che dopo la fase acuta, apparentemente superata, sono subentrati i dolori cronici e diffusi. Anche nel caso di Lady Gaga la Fibromialgia si sarebbe presentata dopo la frattura a un’anca.

L’ipotesi oggi più diffusa sulla base degli ultimi studi, è che in chi ne soffre siano in qualche modo alterati i meccanismi di elaborazione del dolore. In pratica per ragioni genetiche e/o ambientali la soglia di percezione delle sensazioni dolorose risulta più bassa, e anche piccoli stimoli tattili o di pressione vengono sentiti come dolore vero e proprio.

 

TERAPIA

Negli ultimi dieci anni gli studi sulla Fibromialgia si sono moltiplicati ma ad oggi non esiste ancora una cura specifica.
Alcuni farmaci antidolorifici vengono utilizzati nelle fasi peggiori di questa malattia, l’attività fisica e il movimento aerobico sono la prima raccomandazione poiché determinano effetti benefici sulla sintomatologia che manifesta il paziente. Meditazione, tecniche di rilassamento e alcune forme di terapia cognitivo-comportamentale sembrano avere una qualche utilità, anche se le prove sono meno forti.

Attachment

Lascia un commento

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

facebook

Orari al pubblico

  • Lunedì7.30 - 19.30
  • Martedì7.30 - 19.30
  • Mercoledì7.30 - 19.30
  • Giovedì7.30 - 19.30
  • Venerdì7.30 - 19.30
  • Sabato7.30 - 19.30
  • Domenica7.30 - 19.30

Carta dei servizi

Carta dei Servizi

Accesso Wi-Fi ad Internet gratuito 24h

Free Wi-Fi