Cos’è la Bromidrosi?

La bromidrosi è un disturbo cronico, caratterizzato dall’emanazione di un cattivo odore cutaneo a causa della fermentazione batterica provocata da una secrezione spesso abbondante delle ghiandole sudoripare e/o apocrine.

Questo disturbo, che solitamente si manifesta con l’avvento della pubertà, ha un’evoluzione cronica e solitamente ha una risoluzione spontanea durante l’età adulta.

Ma la bromidrosi può anche assumere aspetti patologici se il cattivo odore risulta essere particolarmente intenso e sgradevole e se inizia ad interferire significativamente con le relazioni e le attività sociali della persona che soffre di questo disturbo.

Inizialmente il sudore che raggiunge la superficie cutanea appare inodore, è la secrezione eccessiva dalle ghiandole eccrine o apocrine che viene decomposta dai batteri naturalmente presenti sulla nostra pelle, a dare origine agli odori sgradevoli.

L’insorgenza della bromidrosi, può essere anche favorita da patologie dermatologiche concomitanti come ad esempio, l’eritrasma o alcune malattie metaboliche come il Diabete Mellito e l’obesità.

Anche l’ingestione di alcuni alimenti come l’aglio, la cipolla e una grande quantità di spezie o l’assunzione di particolari farmaci può determinare l’insorgenza della Bromidrosi.

Come gestire la bromidrosi

La soluzione più efficace per prevenire la bromidrosi è cercare di ridurre il sudore in primis attraverso metodi non invasivi, che consentono di trattare “naturalmente”l’odore sgradevole del proprio corpo.

Per una corretta gestione della bromidrosi risulta importante fare una distinzione tra una valutazione soggettiva del cattivo odore e la vera e propria patologia della pelle.

Il controllo della sudorazione e la detersione accurata spesso non sono sufficienti, pertanto è opportuno

  • utilizzare prodotti che inibiscono la proliferazione batterica
  • mantenere asciutta la pelle nella zona colpita, come ad esempio l’ascella nella bromidrosi apocrina
  • controllare i fattori che favoriscono la proliferazione batterica: depilazione ascellare, scelta di calzini e calzature traspiranti, ecc.

Per i casi lievi di bromidrosi, una corretta igiene e una terapia topica sono le principali opzioni di trattamento. Tra le operazioni per chi soffre di bromidrosi, si consiglia vivamente:

  • un lavaggio frequente delle ascelle: almeno due volte al giorno con un sapone germicida;
  • una depilazione regolare dei peli per prevenire l’accumulo di batteri e di sudore sul fusto pilifero o elettrolisi per rimuovere il follicolo;
  • rapida rimozione e detersione dell’abbigliamento sudato;
  • uso di deodoranti topici;
  • trattamento delle malattie dermatologiche coesistenti (infezioni batteriche o fungine)

Tuttavia questi trattamenti non offrono una cura definitiva per la bromidrosi e i risultati possono essere parziali o addirittura insoddisfacenti se la riduzione degli odori è incompleta e di breve durata.

Una visita dal medico specialista può fornire opzioni di trattamento permanenti che comprendono interventi chirurgici come la rimozione delle ghiandole sudoripare apocrine mediante escissione chirurgica o liposuzione superficiale.

Per i pazienti che desiderano un trattamento più duraturo nel tempo, è possibile ricorrere ad alcune opzioni non chirurgiche prima ancora di passare ad un intervento chirurgico.

Laser terapia

Per ottenere risultati duraturi è possibile sottoporsi ad una terapia con laser per rimuovere i peli, limitare la crescita batterica ed evitare il cattivo odore, poiché proprio la presenza dei peli sulla superficie cutanea contribuisce a mantenere il sudore in eccesso nella sede in cui è prodotto.

Botulino

Un’altra valida alternativa alle procedure chirurgiche consiste nell’iniezione localizzata della tossina botulinica capace di inibire la sudorazione.  La terapia consiste nell’effettuazione di molteplici iniezioni sub-dermiche che veicolano minime quantità di tossina, in modo da coprire uniformemente la superficie interessata da eccessiva sudorazione. Questo trattamento è uno dei più efficaci per ridurre la produzione di sudore dalle ghiandole sudoripare di ascelle, viso, collo, mani e piedi. Tuttavia, seppur costoso e duraturo nel tempo, non è definitivo. Deve infatti essere ripetuto ad intervalli regolari per mantenere i risultati.

Attachment

Lascia un commento

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

facebook

Orari al pubblico

  • Lunedì7.30 - 19.30
  • Martedì7.30 - 19.30
  • Mercoledì7.30 - 19.30
  • Giovedì7.30 - 19.30
  • Venerdì7.30 - 19.30
  • Sabato7.30 - 19.30
  • Domenica7.30 - 19.30