Il 21 Settembre è la giornata mondiale dell’Alzheimer. Una celebrazione istituita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall’Alzheimer’s Disease International (ADI) nel 1994, che testimonia la crescita di un movimento internazionale che vuole creare una coscienza pubblica sugli enormi problemi provocati da questa malattia.

I malati di Alzheimer e di altre demenze sono oggi circa 36 milioni in tutto il mondo, un milione nel nostro Paese. Numeri destinati ad aumentare drammaticamente nel giro di pochi anni.

Il morbo di Alzheimer è un tipo di demenza senile che provoca problemi con la memoria e il comportamento. Generalmente, i sintomi si sviluppano lentamente e peggiorano con il passare del tempo, diventando talmente gravi da interferire con le attività quotidiane.

Ma quali sono i sintomi e i segnali da non sottovalutare? 

  1. La perdita di memoria
    Uno dei segnali più comuni del morbo di Alzheimer è la perdita di memoria, soprattutto il dimenticare informazioni apprese di recente. Altri segnali sono il dimenticare date o eventi importanti, chiedere le stesse informazioni più volte, un sempre maggiore bisogno di contare su strumenti di ausilio alla memoria o su membri della famiglia per cose che si era soliti gestire in proprio.
  2. Difficoltà nella programmazione o nella soluzione di problemi
    Alcune persone possono sperimentare cambiamenti nella loro capacità di sviluppare e seguire un programma o lavorare con i numeri. Possono avere problemi a ricordare una ricetta familiare o a tenere traccia di alcuni calcoli, avere difficoltà a concentrarsi, e impiegare molto più tempo di prima per fare le cose abituali.
  3. Difficoltà nel completare gli impegni famigliari a casa, al lavoro o nel tempo libero
    Le persone che soffrono del morbo di Alzheimer hanno spesso difficoltà a completare le attività quotidiane. A volte, possono avere problemi per guidare l’auto verso un luogo familiare, per gestire un budget al lavoro o ricordare le regole di un gioco preferito.
  4. Confusione con tempi o luoghi
    Perdere il senso delle date, delle stagioni e del passare del tempo è un sintomo assai diffuso. Il malato diAlzheimer può avere difficoltà a capire qualcosa se non avviene immediatamente. A volte, può dimenticarsi dove si trova o come è arrivato lì.
  5. Difficoltà a capire le immagini visive e i rapporti spaziali
    Per alcuni, avere problemi visivi è un segnale del morbo di Alzheimer. Tali individui possono avere difficoltà a leggere, a giudicare la distanza e a stabilire il colore o il contrasto. In termini di percezione, essi possono passare davanti a uno specchio, e pensare che qualcun altro sia nella stanza. Potrebbero non capire di essere loro la persona nello specchio.
  6. Nuovi problemi con le parole nel parlare o nello scrivere
    Chi soffre del morbo di Alzheimer può avere difficoltà a seguire o a partecipare a una conversazione. Questi individui possono fermarsi nel bel mezzo di una conversazione e non avere alcuna idea di come continuare, oppure può accadere che si ripetano. Potrebbero lottare con il vocabolario, avere problemi a trovare la parola giusta o chiamare le cose con il nome sbagliato.
  7. Non trovare le cose e perdere la capacità di ripercorrere i propri passi
    Le persone che soffrono del morbo di Alzheimer possono lasciare gli oggetti in luoghi insoliti. Possono perdere le cose e non essere in grado di tornare sui propri passi per trovarle di nuovo. A volte, esse possono accusare gli altri di averli derubati.
  8. Ridotta o scarsa capacità di giudizio
    Chi soffre del morbo di Alzheimer può sperimentare cambiamenti nel giudizio o nel processo decisionale. Ad esempio, queste persone possono dare prova di scarsa capacità di giudizio nel maneggiare il denaro, dando forti somme di denaro agli addetti al telemarketing. Possono prestare meno attenzione alla cura della propria persona o a tenersi puliti.
  9. Ritiro dal lavoro o dalle attività sociali
    Le persone che soffrono del morbo di Alzheimer possono iniziare a rinunciare a hobby, attività sociali, progetti di lavoro o attività sportive. Possono avere problemi nell’aggiornarsi sulla squadra sportiva preferita o nel ricordare come completare un hobby favorito. Esse possono anche evitare di socializzare a causa dei cambiamenti che hanno vissuto.
  10. Cambiamenti di umore e di personalità
    L’umore e la personalità delle persone che soffrono del morbo di Alzheimer possono cambiare. Essi possono diventare confusi, sospettosi, depressi, spaventati o ansiosi. Possono essere facilmente suscettibili a casa, al lavoro, con gli amici o nei luoghi nei quali sono al di fuori della loro zona di comfort.

La ricerca e il progresso

Oggi, l’Alzheimer’s è in prima linea nella ricerca biomedica.

I ricercatori sono a lavoro per scoprire quanti più aspetti possibile di questo morbo e di tutte le forme di demenza ad esso correlate. Il 90% di ciò che sappiamo circa il morbo di Alzheimer è stato scoperto negli ultimi due decenni. Alcuni dei più notevoli progressi hanno fatto luce su come il morbo di Alzheimer colpisca il nostro cervello. La speranza è che la migliore comprensione porterà a nuovi trattamenti.
Molti potenziali approcci sono attualmente in fase di ricerca in tutto il mondo.

 

Attachment

Lascia un commento

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

facebook

Orari al pubblico

  • Lunedì7.30 - 19.30
  • Martedì7.30 - 19.30
  • Mercoledì7.30 - 19.30
  • Giovedì7.30 - 19.30
  • Venerdì7.30 - 19.30
  • Sabato7.30 - 19.30
  • Domenica7.30 - 19.30

Carta dei servizi

Carta dei Servizi

Accesso Wi-Fi ad Internet gratuito 24h

Free Wi-Fi