Il caldo e l’afa sono i principali nemici della pressione. Quando in estate la temperatura si alza, la pressione ne risente fortemente e si verificano fenomeni di ipotensione, ossia un abbassamento repentino della pressione sanguigna. 

Questo disturbo è molto diffuso, soprattutto tra le donne in cui si manifesta con sintomi di spossatezza, giramenti di testa, calo di energia e, nei casi peggiori, svenimento.

Una cosa è certa: rispetto all’ipertensione, che consiste in un aumento dei valori della pressione arteriosa sistolica o massima (correlato a rischio cardiovascolare, e non solo), la pressione bassa comporta meno rischi a lungo termine.

SINTOMI

Quando si può parlare di pressione bassa o ipotensione?
La sintomatologia a volte può ingannare e portare a identificare alcuni disturbi come semplici cali di pressione, generici. Volendo fare chiarezza, in età adulta viene considerata ideale o “normale” una pressione di 115-120 mmHg per la massima (detta anche sistolica) e 75-80 mmHg per la minima (detta anche diastolica).

Di conseguenza, i valori che si trovano al di sotto o al di sopra di questi limiti sono da considerarsi eccessivamente elevati o bassi.

Tra i sintomi principali legati alla pressione bassa si riscontrano: una stanchezza accentuata, giramenti di testa o vertigini, nausea, perdita di equilibrio, mancamenti, annebbiamento della vista, cedimenti alle gambe e ronzii alle orecchie.

Le cause dell’ipotensione sono svariate e possono mutare nel corso della vita. Tra queste, oltre alla predisposizione individuale, vi sono ad esempio: l’incombenza della fase premestruale e il ciclo mestruale per le donne, l’aumento del caldo, una sudorazione eccessiva, un fenomeno di disidratazione, e un’alimentazione squilibrata. Con alcune soluzioni efficaci, oltre ad attenuare i sintomi, si possono alzare i valori della pressione arteriosa sentendosi subito meglio e più in forze.

RIMEDI

In caso di pressione bassa, esistono numerosi rimedi. Per prima cosa, è opportuno escludere la presenza di patologie che causano ipotensione. Poi è importante aggiustare la propria dieta in modo da introdurre un quantitativo sufficiente di acqua, sali minerali e vitamine.

Se l’abbassamento è provocato dal caldo eccessivo è consigliabile assumere integratori di sali minerali, nello specifico quelli a base di potassio e magnesio

Quest’ultimi infatti si disperdono facilmente attraverso il sudore e i liquidi corporei, motivo per cui, in situazioni potenzialmente critiche per la pressione (caldo, sforzi fisici, sindrome premestruale, ciclo), è importante reintegrare velocemente i sali persi soprattutto per le donne.

Contrariamente a quanto si dice, acqua e zucchero non rappresenta il rimedio più efficace contro i cali di pressione. Sono infatti da preferirsi spuntini salati e liquirizia pura, per far sì che la pressione si alzi rapidamente.

In caso di svenimento si consiglia di alzare immediatamente le gambe del malcapitato (rispetto al busto e alla testa). Ma senza arrivare al mancamento, ai primi segni di pressione bassa è bene coricarsi o sedersi sollevando le gambe in rapporto alla linea della testa.

Attachment

Lascia un commento

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

facebook

Orari al pubblico

  • Lunedì7.30 - 19.30
  • Martedì7.30 - 19.30
  • Mercoledì7.30 - 19.30
  • Giovedì7.30 - 19.30
  • Venerdì7.30 - 19.30
  • Sabato7.30 - 19.30
  • Domenica7.30 - 19.30

Carta dei servizi

Carta dei Servizi

Accesso Wi-Fi ad Internet gratuito 24h

Free Wi-Fi